Montalbano Elicona, un’attesa lunga 40 anni

Dopo 40 anni sembra essere arrivato il momento che Montalbano Elicona aspettava: entro pochi giorni inizieranno ufficialmente i lavori che permetteranno alla comunità di riappropriarsi della frazione di Santa Maria. Con un sistema di paratie profonde in media venti metri, oltre a vari accorgimenti per il drenaggio tra cui la collocazione di una tubazione in polietilene a doppia camera con fessurazioni per la captazione delle acque meteoriche, la Unicos srl di Santa Venerina porrà rimedio a una situazione complessa, aggravata da frane e smottamenti e da una serie di alluvioni recenti. “Un impegno preso con la comunità di Montalbano Elicona e che abbiamo onorato nel giro di poco tempo”, ha dichiarato il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, “È il nostro modo di governare e risultati come questo sono il frutto di un’intensa attività di programmazione. La valorizzazione, la riqualificazione e la messa in sicurezza dei nostri centri urbani sono attività per noi prioritarie”. Il primo progetto per stabilizzare il versante risale agli anni ’80, ma non a causa dell’assenza di risorse restò tutto incompiuto. Adesso la palla passa alla Unicos, che ha vinto l’appalto grazie a un ribasso del 29,6% e per un importo di oltre un milione di euro.